agevolazioni

5 milioni di euro per sostenere le piccole imprese e startup del settore tessile, moda ed accessori.

La scorsa settimana è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello  Sviluppo Economico che definisce le modalità ed i criteri per richiedere i contributi a fondo perduto in favore di progetti innovativi e tecnologici per le piccole imprese nel settore dell’ industria tessile, della moda e degli accessori.

Le risorse disponibili ammontano 5.000.000 di euro ed è prevista l’erogazione di contributi a fondo perduto riconosciuti nella misura massima del 50% delle spese ammissibili, nel limite dei fondi disponibili.

Si rivolge principalmente alle startup  che valorizzano prodotti made in Italy di alto contenuto artistico e creativo e che devono svolgere almeno una delle attività riportate nell’ elenco dei codici Ateco ammessi.

Per accedere alle agevolazioni le imprese devono compere con i seguenti requisiti:

  • risultare iscritte e “attive” nel Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente da non più di 5 anni;
  • essere in regola con le disposizioni vigenti in materia obblighi contributivi;
  • non avere ancora distribuito utili;
  • non essere in situazione di difficoltà alla data del 31 dicembre 2019

Inoltre i progetti devono:

  • essere realizzati  presso la propria sede operativa ubicata in Italia;
  • prevedere spese ammissibili complessivamente non inferiori a 50.000,00 euro e non superiori a 200.000,00 euro;
  • essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • essere ultimati entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni

E devono rientrare nelle seguenti tipologie:

  • progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi elementi di design;
  • progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni di processo produttivo;
  • progetti finalizzati alla realizzazione e all’utilizzo di tessuti innovativi;
  • progetti ispirati ai principi dell’economia circolare finalizzati al riciclo di materiali usati o all’utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili;
  • progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni digitali.

Per ulteriori informazioni clicca qui!.

Pubblichiamo notizie che rendono questo mondo migliore pero’ abbiamo bisogno del tuo aiuto. Un tuo mi piace ci aiuterà in continuare ad informarti!

¿Ti é sembrato interessante questo post? Lascia una valorazione cliccando sulle stelline di valutazione

5 / 5. 8