Magazine

Coronavirus news

Tecnologia ed innovazione nell' emergenza coronavirus

Sappiamo quanto in Italia sia stato difficile in questi ultimi anni introdurre le nuove tecnologie nelle diverse istituzioni pubbliche come per esempio la scuola, le strutture sanitarie,  ma anche nel privato come per esempio in alcune aziende. Le paure relative le nuove tecnologie digitali erano molte e spesso giustificate da differenti ragioni come per esempio il pericolo sulla privacy.  Ed é stata proprio l’emergenza coronavirus che  ha obbligato un po’ tutti a far uso delle nuove tecnologie digitali nelle scuole, nelle amministrazioni, negli ospedali, nelle banche,  ma anche in alcune aziende che mai prima avevano sperimentato per esempio lo smart working. 

In poche settimane anche chi pensava o voleva per convinzione restare lontano dalle tecnologie digitali, é stato obbligato a  scaricare per esempio una app, ad imparare ad utilizzare nuove piattaforme per poter lavorare in smart working, per realizzare tramiti burocratici o per parlare con i propri famigliari o amici. Ed in questa emergenza sanitaria possiamo dire che fortunatamente abbiamo a disposizione tutti gli strumenti che ci facilitano questa comunicazione tra di noi, anche visiva, cosí necessaria. 

L’emergenza coronavirus ha fatto anche volare l’ ecommerce soprattuto nel settore domestico e alimentario. Alla fine di marzo 2020, i volumi di ordini hanno registrato una crescita del 80% in confronto ai dati di inizio anno. E si sta registrando una crescita della domanda anche da parte di consumatori meno abituali e solitamente restii all’acquisto e ai pagamenti online.

Ma non solo,  grazie alle nuove tecnologie questa crisi ha dato vita a nuove idee negli ospedali, como per esempio i 6 robots che stanno aiutano i professionali sanitari nell’ospedale di Varese o le iniziative per dotare i pazienti di un dispositivo per comunicare con i propri cari. Inoltre importanti sono tutte le tecnologie di big data e intelligenza artificiale che servono per il monitoraggio dei contagiati, che aiutano ad evitare il sovraffollamento degli ospedali, grazie alla diagnosi a distanza. L’obiettivo é quello di gestire a distanza i pazienti cronici per concentrarsi solo sui casi critici.

E non dimentichiamo le differenti app, come per esempio la APP della regione Lombardia, AllertaLOM, che permette ai cittadini di ricevere notifiche ed informazioni riguardanti l’emergenza sanitaria. Ogni cittadino inoltre potrà anche scaricare un questionario in cui potrà indicare il proprio stato di salute, aiutando cosí il monitoraggio della pandemia.

Inoltre se vuoi anche tu, contribuire nell’ambito dei dispositivi per la prevenzione, la diagnostica, il monitoraggio ed il contenimento del virus é aperto il progetto Innova, un progetto promesso dal Ministero per l’ Innovazione tecnologica e la digitalizzazione ed il Ministero per lo Sviluppo Economico. Riassumendo, il progetto si focalizza principalmente in questi 3 punti:

1) lnnovazione e riconversione industriale per la produzione di dispositivi di protezione individuali e respiratori

2) Reperimento di kit e tecnologie innovative che facilitano la diagnosi del COVID-19 ( come tamponi ed accessori e strument per la diagnosi facilitata e veloce)

3) Disponibilità di tecnologie e strumenti che  consentano il monitoraggio e la prevenzione del COVID-19, come per esempio  le tecnologie ed i sistemi di monitoraggio

Infine in questa sezione vogliamo proporvi tutte le iniziative tecnologiche che stanno caratterizzando questa emergenza coronavirus perché certamente  quello che stiamo vivendo porterà a dei futuri cambiamenti nelle nostre abitudini e forse nel futuro prossimo  vedremo con occhi differenti la tecnologia da come la vedevamo prima della crisi  e probabilmente diventerà una nostra grande alleata.

 

Copy link