touchfree di ultraleep

Ultraleep crea una nuova tecnologia come risposta alla preoccupazione di toccare gli schermi nei luoghi pubblici.

Il COVID-19 ha accelerato la domanda e le innovazioni nella tecnologia touchless. In Giappone, la tecnologia di riconoscimento facciale incontra l’intelligenza artificiale per evitare di far togliere mascherine e occhiali da sole e nel sobborgo di Burwood  in Australia, i residenti passano la mano su un sensore per attivare la luce dei passaggi pedonali. Certo è  che quanto meno tocchiamo le superfici potenzialmente contaminate, minori sono le nostre possibilità di contrarre una malattia che ha infettato più di nove milioni di persone in tutto il mondo.

Inoltre secondo una recente ricerca di Ultraleap, società nata nel 2019 dall’unione di Leap Motion e Ultrahaptics , l’80% delle persone ora pensa che i touchscreen nei luoghi pubblici siano antigienici e che si dovrebbero trovare delle nuove soluzioni tecnologiche. Luoghi come ristoranti, stazioni ferroviarie, hotel, musei ed aeroporti fanno molto affidamento sul touchscreen per ridurre i tempi di transazione e migliorare le esperienze di acquisto. Ma oggi toccare le superfici soprattutto in zone popolate e negli spazi pubblici rende le persone ansiose, ed è una sensazione che probabilmente non scomparirà presto.

Steve Cliffe, CEO di Ultraleap, ha commentato: “I touchscreen convenzionali hanno funzionato bene nel corso degli anni per la loro comodità, ma le persone ora vogliono essere in grado di interagire con loro in forma più sicura.

Così la scorsa settimana Ultraleap ha lanciato un’applicazione – TouchFree – che consentirà alle aziende di introdurre nei dispositivi esistenti dotati di touchscreen, una nuova tecnologia che permette all’utente di  realizzare interazioni con gli schermi senza toccarli.

TouchFree è l’applicazione ideale per aggiornare i touchscreen esistenti per le aziende che cercano di incoraggiare gli utenti a tornare, massimizzare l’interazione dell’utente e garantire che i clienti si sentano al sicuro ” ha commentato Steve Cliffe.

Ma come funziona questa nuova tecnologia?

Utilizzando la fotocamera ed il relativo software di tracking è capace di rilevare la mano di un utente a una minima distanza dello schermo e di convertirla in un cursore sullo schermo,  traducendo così i movimenti  con cui gli utenti hanno familiarità (guarda il video). 

MarketsandMarkets, che fornisce ricerche di mercato sulle opportunità emergenti  riferisce che il mercato della tecnologia touchfree dovrebbe raggiungere a livello globale 13 miliardi  di euro nel 2025 dai 5,7 miliardi di euro nel 2020. 

È chiaro che la crisi del COVID-19 sta cambiando il modo in cui viviamo, ci muoviamo e lavoriamo ed ha anche accelerato la necessità e le innovazioni nella tecnologia touchless. Molte industrie stanno ripensando la tecnologia attorno all’idea di maggiore sicurezza nell’ igiene come per esempio le strutture ospedaliere. Possiamo dire che la pandemia COVID-19 potrebbe sconvolgere il nostro mondo, ma attraverso le innovazioni tecnologiche, ci sta anche permettendo anche di rimodellarlo.

Forse ti può anche interessare: Neurolink la strabiliante start- up di Elon Mask

Seguici con un mi piace in facebook e ti manterremo aggiornat@!

¿Ti é sembrato interessante questo post? Lascia una valorazione cliccando sulle stelline di valutazione

5 / 5. 24